Made in Italy in Cina, accordo del governo con Alibaba

Per il ministro Federica Guidi l’intesa raggiunta con il sito di e-commerce cinese “rappresenta una fantastica opportunità per promuovere i marchi italiani in Cina attraverso un canale di distribuzione potente e modern”

MILANO – La campagna d’oriente del made in Italy inizia dal web. E lo fa dal principale sito cinese di e-commerce: Alibaba. Con l’obiettivo di veicolare il più alto numero possibile di prodotti e aziende verso i consumatori all’ombra della Muraglia cinese “il governo italiano e Alibaba group annunciano di aver sottoscritto un memorandum di intesa per promuovere maggiori opportunità commerciali per le aziende italiane che intendono vendere al vasto mercato dei consumatori cinesi attraverso le piattaforme online del gruppo alibaba, tmall.Com e tmall.Hk (collettivamente ‘tmall’) e altre attività del gruppo ad esse correlate”.

Per l’intera durata dell’accordo (tre anni), Alibaba group fornirà, tra le altre cose, supporto alle imprese italiane per l’iscrizione diretta a tmall e ai suoi servizi dedicati, e inoltre promozione e marketing online sulle piattaforme stesse. Il ministero si impegna, inoltre, ad aiutare le imprese ad analizzare i trend del mercato retail italiano e gli indici di gradimento “per rendere più focalizzate ed efficaci le campagne di marketing per i consumatori cinesi. Alibaba group – conclude la nota -analizzerà inoltre opportunità di collaborazione con le aziende italiane e le altre sue divisioni di business quali la piattaforma business-to-business alibaba.Com, nonchè l’attività correlata di pagamento alipay e l’attività di logistica ad esso affiliata china smart logistics”.

Soddisfatto il ministro Federica Guidi secondo cui “questo accordo rappresenta una fantastica opportunità per promuovere i marchi italiani in Cina attraverso un canale di distribuzione potente e moderno”. Secondo Jack Ma, presidente esecutivo di Alibaba group, “l’epoca di internet ha abbattuto le barriere geografiche del fare commercio e affari ovunque nel mondo; fin dal nostro debutto, la nostra missione è stata di aiutare le imprese a crescere e a competere in modo più efficace avvalendosi della tecnologia. Attraverso questo accordo – aggiunge – ci auguriamo di rendere disponibili un maggior numero di marchi e prodotti italiani alle centinaia di milioni di cinesi che acquistano online e tramite mobile e, allo stesso tempo, di aiutare i marchi e le aziende italiane ad intercettare l’insaziabile domanda dei consumatori cinesi”.

Testo originale: Repubblica 12 Jun 2014 (read more)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s