Chi sono i 5.5 milioni di fans della pagina Facebook del quotidiano cinese People’s Daily?

Facebook è bloccato in Cina, ma l’organo di stampa cinese “People’s Daily” ha 5.5 milioni di fan sul medesimo social media. Immagine modificata.

“Il People’s Daily ha il secondo maggior numero di Like su Facebook tra tutti gli organi di stampa globali”, si è vantata [zh] Lu Xinning, vice-caporedattrice del quotidiano People’s Daily, portavoce del Partito Comunista Cinese, durante il recente Media Forum tra Cina e Russia.

Sebbene Facebook, insieme ad altre popolari piattaforme di social media quali Twitter, YouTube e Flickr, sia bloccato in Cina, il quotidiano ha attualmente 5.5 milioni di like [en, come tutti gli altri link, tranne ove diversamente indicato] sulla medesima piattaforma, solo pochi milioni in meno del New York Times, ma già più dei 2.2 milioni del Washington Post. Lu Xinning ha citato il numero di follower su Facebook come prova del successo del People’s Daily nell’integrazione di mezzi di comunicazione nuovi e convenzionali, oltre che della sua portata globale.

La pagina del quotidiano, attiva su Facebook da metà del 2011, pubblica principalmente storie e articoli in lingua inglese. Storie recenti — argomenti quali l’erosione della Grande Muraglia Cinese, la casa costruita con bottiglie di birra di un architetto in erba, oppure l’inchiesta del governo cinese sulla “terribile” situazione dei diritti umani negli Stati Uniti — hanno ricevuto centinaia, se non migliaia, di like e un gran numero di commenti e condivisioni.

Ad aprile 2013 la pagina aveva solamente 1.000 like, ma già nel luglio del 2014 ne celebrava un milione. A partire dal commento di Lu, la pagina ha ricevuto un’ondata di recensioni negative da gente che mette in dubbio l’alto numero di follower attuali.

Molti netizen cinesi, che non possono accedere a Facebook, si stanno ancora chiedendo chi siano questi milioni di fan. Alcuni hanno ipozzato se una percentuale di essi non fossero semplicemente dei robot o degli zombie (un termine utilizzato per indicare degli account che rimangono aperti, anche se nessuno li usa più attivamente), fenomeno piuttosto comuni sulle piattaforme di social media cinesi.

Commentando Weibo, la popolare piattaforma cinese di microblog, l’utente “Alexander the super wanderer” ha chiesto [zh, come tutti i link seguenti] al People’s Daily di insegnare alla gente come accedere su Facebook:

Ma il People’s Daily non può dirci come seguirlo su Facebook? Dobbiamo prevalere sul quotidiano nemico, il New York Times.

请《人民日报》告诉大家怎样才能关注你脸书,我们一定要把《纽约时报》这个敌对势力报纸比下去。

Il curatore artistico Yong Jian ha dichiarato [zh] di non avere alcuna idea di cosa fosse Facebook:

Solo ora apprendo che esiste qualcosa che si chiama Facebook. Me l’ha detto il People’s Daily, annunciando di avere più di 4 milioni di fan lì. Non ho idea di che tipo di libro sia questo Facebook, non so come leggerlo. Ma se il People’s Daily ha così tanti follower lì, è qualcosa che deve avere un grande impatto.

现在才知道有个脸书,这是人民日报告诉我的,该报宣布,它在脸书的粉丝已有四百多万了。我是不知道这个脸书是本什么书,也不知道怎么看这本书,既然人日在那里拥有这么多粉丝,影响一定很大。

Molti netizen hanno anche notato che il numero di “like” non è indicativo del reale impatto della pagina di Facebook. Ciò che importa è il livello di attività degli utenti che seguono la pagina stessa. Reuters ha comparato i livelli di attività nella pagina di Weibo del People’s Daily con quelli nella pagina della modella di nudi giapponese Sola Aoi:

Il People’s Daily diventa globale e ottiene il secondo maggior numero di follower su Facebook a livello mondiale. Sicuramente ciò illumina la facciata cinese. Ma il suo impatto rimane minore a quello di Sola Aoi. Mentre il People’s Daily ha 36.14 milioni di fan e Sola Aoi solamente 15.87 milioni, il numero di condivisioni e like in ognuno dei messaggi della modella è 10 volte maggiore rispetto a quelli del People’s Daily.

人民日报走向世界了,在脸书上的粉丝数量达全球第二!真是给国家长脸了!可是它在国内的影响力似乎还不如@苍井空。虽然人民日报有3614万粉丝,阿空的粉丝数量不到它的一半,只有1587万,但是,阿空每条微博的转发评论点赞数量都是人民日报的十倍以上。

Sebbene molti abbiano ipotizzato che il People’s Daily abbia comprato un certo numero di like su Facebook da un’agenzia di marketing per i social media, l’utente “Thousands of Stars” crede piuttosto che il fenomeno abbia a che fare con il patriottismo “astratto” delle comunità cinesi all’estero:

I cinesi che vivono negli Stati Uniti, a dire il vero, sono patrioti reali. Amano la loro madrepatria in astratto, avendo solo una vaga idea dell’attuale panorama del paese e della sua cultura popolare. Un patriottismo del genere è una forma di nostalgia. Non hanno alcuna idea che i campi di riso sono stati abbandonati, che i fiumi sono stati inquinati. Non hanno avuto alcuna esperienza del potere burocratico, dei sistemi non funzionali, delle tasse altissime e delle difficoltà della vita. Quei cinesi all’estero a cui piace la pagina del People’s Daily, molto probabilmente, sono persone di questo genere

Testo: Global Voices by Oiwan Lam 07-07-2015

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s